BLOG ALIMENTARE VETERINARIO
La nutrizione veterinaria secondo MyVetDiet
Il blog sullo stile di vita sano e consapevole da far adottare ai nostri amati cani e gatti.

Alimentazione, Alimentazione in gravidanza, Fabbisogno energetico

L'alimentazione e il fabbisogno energetico durante la gravidanza.


mercoledì 1 maggio 2019


L'alimentazione e il fabbisogno energetico durante la gravidanza

Durante la gravidanza l'alimentazione corretta rientra tra le basi fondamentali per mantenere in salute la madre e permettere un corretto sviluppo fetale.

La valutazione nutrizionale della cagna dovrebbe essere effettuata prima dell'inizio della gestazione al fine di valutare il Body Condition Score e la sua dieta, in modo da essere sicuri che riceva tutti i nutrienti necessari per sostenere una gravidanza. Il BCS ideale che dovrebbe avere un soggetto prima di accoppiarsi si attesta tra il 4 e il 5 su 9 e, se l'animale risulta in sovrappeso, bisognerebbe riportarlo al suo peso ideale prima di farlo accoppiare. In caso di eccessivo sovrappeso, infatti, aumentano le probabilità di insuccesso, sia del concepimento, sia della gravidanza, poiché l'obesità causa una diminuzione dell'ovulazione e della fertilità, una maggior probabilità di avere calori silenti, o periodi di anestro, nonché di avere feti più piccoli alla nascita e problemi durante il parto. Ma anche in caso di soggetti troppo magri, e sottoalimentati, i rischi legati ad una gravidanza non andrebbero sottovalutati poiché, in questi casi, si ha un aumento delle probabilità di avere cucciolate poco numerose con elevata morbilità e mortalità neonatale, nonché una minor produzione di latte e un'inadeguata risposta immunitaria sia della mamma che dei cuccioli.

La gravidanza nel cane ha una durata di circa 63 giorni dall'ovulazione, ma se i calcoli vengono effettuati a partire dall'accoppiamento si può avere una variabilità che va dai 58 ai 72 giorni. Infatti, la data dell'accoppiamento non sempre coincide con la data della fecondazione e gli spermatozoi del cane possono rimanere vitali nelle vie genitali femminile fino a 7 giorni.

Il periodo della gravidanza può essere suddiviso in 3 fasi della durata di 21 giorni l'uno. Durante le prime due fasi il peso e il fabbisogno energetico della cagna aumentano limitatamente rispetto a quelli di mantenimento e la quantità di cibo somministrato non dovrebbe variare rispetto a quello assunto prima dell'inizio della gravidanza. Può, tuttavia, essere opportuno variare la qualità del cibo somministrato, controllando che l'alimento contenga proteine di elevata qualità, e digeribilità, e un'adeguata concentrazione di acidi grassi essenziali (tra cui anche l'EPA e il DHA). Inoltre, andrebbe controllato, fin da subito, che la dieta somministrata rispetti i fabbisogni minimi di proteine, di lipidi, di vitamine e di oligoelementi, che FEDIAF indica per gli animali in gravidanza. Aumentare l'introito calorico fin da subito, nella cagna in gravidanza, può portare ad un eccessivo aumento di peso dell'animale con conseguenti problemi durante il parto. Dalla quinta settimana di gravidanza in poi, invece, l'aumento del peso della cagna deve crescere in modo esponenziale, a causa della rapida crescita dei feti e, di conseguenza, anche il suo fabbisogno energetico aumenta gradualmente fino al parto. Le linee guida FEDIAF indicano che dalla quinta settimana di gravidanza il fabbisogno energetico giornaliero di una cagna andrebbe calcolato sommando, al fabbisogno energetico di mantenimento, 26 kcal per ogni kg di peso vivo dell'animale. Tuttavia, alcuni autori suggeriscono una formula differente per la gravidanza, in cui il fabbisogno energetico di mantenimento viene moltiplicato per un fattore di correzione (k) diverso a seconda della settimana di gestazione, applicando il seguente schema:

SETTIMANA DI GESTAZIONE
FATTORE DI CORREZIONE

Quinta settimana
K=1,1

Sesta settimana
K=1,2

Settima settimana
K= 1,3

Ottava settimana
K= 1,4

Nona settimana
K=1,5



Al termine della gravidanza il peso corretto della cagna dovrebbe essere dal 10 al 25 % in più rispetto a quello iniziale, a seconda della razza e del numero di feti.

Nella gatta, invece, la gravidanza dura circa 65 giorni e l'aumento di peso ha un andamento più lineare, infatti, il suo fabbisogno energetico aumenta già dalla seconda settimana. Le linee guida FEDIAF consigliano di utilizzare, per il calcolo del fabbisogno della gatta in gravidanza, la seguente equazione: 140 x (kg di peso vivo) 0,67. Il peso al momento del parto dovrebbe essere il 40% in più di quello iniziale.

Con l'avanzare della gravidanza, nonostante aumenti il fabbisogno energetico giornaliero, spesso gli animali faticano ad ingerire grandi quantità di cibo, poiché aumentando l'ingombro addominale dell'utero e dei feti lo stomaco riduce la sua capacità di distendersi. È perciò fondamentale improntare una dieta ad alta densità energetica, ad esempio aumentando la percentuale di grassi in essa contenuti, e cercando di scegliere quelli più facilmente digeribili.

Durante la gravidanza si modificano anche il fabbisogno proteico, lipidico e glucidico come viene spiegato in questo articolo: https://www.myvetdiet.it/la_nutrizione_veterinaria_secondo_myvetdiet_dettaglio.asp?id=51.

BIBLIOGRAFIA:
- Small Animal Clinical Nutrition 5th edition. (ed. MS Hand, CD Thatcher, RL Remillard, P Roudebush & BJ Novotny). 2010, chapter 15.
- FEDIAF_Nutritional_Guidelines, 2018.


Lascia un commento

Prima di lasciare il tuo commento, raccontaci qualcosa di te: sei un utente già registrato al sito?


Sono già registrato su MyVetDiet.it
Sono un nuovo utente e non sono ancora registrato su MyVetDiet.it




Autorizzo ai sensi del Regolamento (UE) n. 679/2016 il trattamento dei miei dati personali
Accetto le condizioni contrattuali di MyVetDiet




Tags

alimentazione casalinga canealimentazione casalinga gattoalimentazione gatta in gravidanzealimentazione cagna in gravidanzaalimentazione naturale canealimentazione naturale gattoalimentazione per gattialimentazione sana canealimentazione sana per canialimentazione gatta in gestazionealimentazione cagna in gestazione232239tabella alimentazione casalinga cane anziano233240tabella calcolo crocchettetabella dosi cibo per canicalcolo fabbisogno energetico canecalcolo fabbisogno energetico del gattocalcolo fabbisogno energetico cagna in gravidanzacalcolo fabbisogno energetico gatta in gravidanza

In questo sito internet potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ