BLOG ALIMENTARE VETERINARIO
La nutrizione veterinaria secondo MyVetDiet
Il blog sullo stile di vita sano e consapevole da far adottare ai nostri amati cani e gatti.

Alimentazione, Alimentazione cuccioli, Alimenti industriali, Risposte ai proprietari

Dottore, per il mio animale è meglio un'alimentazione casalinga o commerciale?.


mercoledì 28 novembre 2018


Dottore, per il mio animale è meglio un'alimentazione casalinga o commerciale?

Esiste una dieta più indicata per il nostro cane o gatto tra quella casalinga e quella industriale? Analizziamo alcune peculiarità di entrambe le alimentazioni per cercare di capire quale sia la più indicata da consigliare ai proprietari.

Negli ultimi anni sempre più proprietari sono diventati coscienti dell'importanza che ha l'alimentazione per la salute del loro animale e si chiedono quale sia la migliore alimentazione da fornirgli.  Si informano su internet, seguono programmi televisivi che affrontano l'argomento, leggono libri dedicati all'alimentazione di cane o gatto e chiedono consigli al loro veterinario sperando di trovare una risposta definitiva e universale a questa domanda: meglio l'alimentazione casalinga o quella commerciale?

Non esiste una risposta univoca a questa domanda, ma l'unica cosa certa è che l'alimentazione che si sceglie deve essere "personalizzata" per ogni soggetto, in base al suo stato di salute e alle esigenze dell'animale e del proprietario.  Sia l'alimentazione industriale che quella casalinga presentano dei vantaggi e degli svantaggi, ma soprattutto entrambe se fatte male possono provocare grossi problemi di salute.

Ad esempio se un proprietario, pensando di fare del bene al proprio animale, decide di nutrire il suo animale con un'alimentazione casalinga, senza affidarsi ad un medico veterinario nutrizionista, ma semplicemente facendo il "fai da te", magari prendendo spunto da qualche consiglio reperito qua e là, rischia di fare molti più danni che se lo alimentasse con un alimentazione commerciale completa e di buona qualità, poiché nella maggior parte dei casi la "pappa" che prepara è squilibrata e carente di molti micronutrienti. Se poi l'animale in questione è in fase di accrescimento i problemi che possono insorgere sono ancor di più gravi e deleteri.

Questo non vuol dire che sia sbagliato offrire a cani e gatti un'alimentazione casalinga, ma che quando si decide di farlo è fondamentale affidarsi ad un professionista che prepari un piano nutrizionale specifico ed equilibrato.

Ma anche un proprietario che opta per una dieta commerciale, senza consultarsi col proprio veterinario, può commettere numerosi errori pensando che tutti gli alimenti siano uguali, che la dose da somministrare sia sempre quella scritta sull'etichetta o non controllando se l'alimento somministrato è completo o complementare.

In questo articolo cerchiamo di analizzare, a grandi linee, i pro e i contro di entrambe le alimentazioni.

L'alimentazione casalinga offre come vantaggi la conoscenza delle materie prime che vengono somministrate, associata all'assenza di additivi e conservanti. Inoltre, se si utilizzano alimenti di qualità ben bilanciati, si ha un'elevata appetibilità e digeribilità. Gli animali che mangiano casalingo generalmente non avanzano nulla della loro razione, se dosata correttamente per il loro fabbisogno, e producono molte meno feci poiché assimilano quasi tutto ciò che ingeriscono.  Un altro vantaggio importante che offre questo tipo di alimentazione riguarda i soggetti che soffrono di intolleranze o allergie alimentari, poiché si può creare una dieta "ad hoc" per loro, con la sicurezza che non ci sia una contaminazione con alimenti che possono causare reazioni avverse. Esistono anche degli alimenti commerciali monoproteici specifici per queste patologie, ma purtroppo studi recenti hanno sottolineato come spesso in questi prodotti ci sia la presenza anche di proteine animali di specie diversa da quella dichiarata in etichetta.

I limiti di una dieta casalinga, invece, sono soprattutto quelli legati al tempo per la sua preparazione e ai costi che deve sostenere il proprietario. Sicuramente dover cucinare appositamente, e regolarmente, per un animale richiede molto più tempo, che non tutti hanno a disposizione, rispetto ad aprire una scatoletta o un sacco di croccantini. In aggiunta esiste il rischio che il proprietario, per accelerare i tempi, "semplifichi" sempre di più il piano nutrizionale per il suo pet, rendendolo squilibrato e privo dei nutrienti fondamentali per il suo benessere. Inoltre, se si scelgono materie prime di buona qualità, e si usano integratori mineral-vitaminici, l'alimentazione casalinga finisce per costare di più anche degli alimenti commerciali di ottima qualità. Ma lo svantaggio più importante da sottolineare, ancora una volta, è la difficoltà di creare una dieta casalinga correttamente bilanciata e equilibrata senza affidarsi ad uno specialista in nutrizione animale.

L'alimentazione commerciale ha il vantaggio di essere pratica e facilmente reperibile, non va incontro a facile deperimento e, se si usano alimenti secchi, può essere lasciata a disposizione dell'animale per più tempo rispetto ad una razione casalinga. Inoltre, se vengono scelti alimenti completi, e di qualità, fornisce tutti i nutrienti di cui l'animale ha bisogno. Tuttavia, bisogna stare molto attenti al prodotto che si sceglie. Il mercato attuale del pet food offre una vastissima gamma di prodotti che si differenziano notevolmente tra di loro per la diversità di costi e di composizione. È perciò importante non scegliere un alimento basandosi solo sul prezzo, ma imparare a leggere le etichette. Ad esempio, un alimento che contiene come ingrediente principale i cereali, avrà una qualità e una digeribilità minore rispetto ad un altro in cui le proteine di origine animale ne rappresentano il principale costituente. Inoltre, bisogna scegliere un alimento il più specifico possibile per l'animale a cui verrà somministrato in base alla sua età, alla sua attività fisica, al suo stato fisiologico e ad eventuali patologie da cui è affetto. Proprio per queste ragioni, anche nel caso in cui si scelga una dieta commerciale, è vivamente consigliato chiedere un parere al veterinario e non basarsi sulle opinioni reperite in internet, in televisione o fornite dai negozianti che vendono pet food. Inoltre, il veterinario curante potrà calcolare il fabbisogno corretto per il singolo paziente e consigliare la dose corretta da somministrare per evitare una sovralimentazione, che nel lungo termine può portare allo sviluppo di alcune patologie come l'obesità o il diabete.

Purtroppo, un grosso svantaggio delle diete commerciali è l'impossibilità di conoscere con certezza le materie prime presenti nell'alimento e la loro qualità.

In conclusione, la scelta tra una dieta casalinga o commerciale non può basarsi sulle mode del momento né, tanto meno, essere generalizzata ed uguale per tutti gli animali, ma andrebbe valutata con attenzione in base al singolo soggetto.


Lascia un commento

Prima di lasciare il tuo commento, raccontaci qualcosa di te: sei un utente già registrato al sito?


Sono già registrato su MyVetDiet.it
Sono un nuovo utente e non sono ancora registrato su MyVetDiet.it




Autorizzo ai sensi del Regolamento (UE) n. 679/2016 il trattamento dei miei dati personali
Accetto le condizioni contrattuali di MyVetDiet




Tags

tabella calcolo crocchetteformula calcolo crocchette caneformula calcolo crocchette gattodieta casalinga cane percentualidieta casalinga gatto percentualiriso per cani quantitàriso per gatti quantitàdieta casalinga per canidieta casalinga per gattidieta casalinga per gattodieta casalinga per canedieta per canidieta per gattidosi cibo casalingo per canidosi cibo casalingo per gattiquanti grammi di crocchette deve mangiare un canequanti grammi di crocchette deve mangiare un cucciolo di 3 mesiquanti grammi di crocchette deve mangiare un cucciolo di bulldog francesequanti grammi di crocchette deve mangiare un cucciolo di pastore tedescoquanti grammi di crocchette deve mangiare un cucciolo di Weimaranerfquantità cibo cucciolo 4 mesiquantità cibo cucciolo gattoquantità cibo cucciolo cane

In questo sito internet potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ