BLOG ALIMENTARE VETERINARIO
La nutrizione veterinaria secondo MyVetDiet
Il blog sullo stile di vita sano e consapevole da far adottare ai nostri amati cani e gatti.

MyVetDiet

Tieni conto della densità calorica nella formulazione dei tuoi piani nutrizionali?.


mercoledì 24 giugno 2020


Tieni conto della densità calorica nella formulazione dei tuoi piani nutrizionali?

Un nuovo aggiornamento disponibile in MyVetDiet, non solo permette di personalizzare ulteriormente le stampe delle proprie diete, di condividere con lo staff veterinario eventuali note sui piani nutrizionali e allegare dei documenti alle visite cliniche, ma consente anche di controllare la densità calorica della dieta

Conoscere la densità calorica di una dieta può essere utile, sia per paragonare il piano nutrizionale a mangimi commerciali, sia perché le tabelle FEDIAF su sostanza secca si riferiscono a diete con una densità energetica di 400kcal ogni 100g di sostanza secca. Inoltre, quando si preparano piani nutrizionali per animali in sovrappeso può essere utile mantenere una densità calorica bassa, mentre in corso di altre patologie può essere necessario prescrivere un piano alimentare con un'elevata densità calorica per ridurre al minimo il volume del pasto che l'animale deve consumare.

Grazie ad un aggiornamento pubblicato lunedì 22 giugno 2020, MyVetDiet è in grado di calcolare la densità calorica della dieta in tempo reale. Questo dato compare con l'etichetta "Kcal/100g S.S." nel riquadro "ANALISI STATISTICA NUTRIENTI".

Un'altra novità che caratterizza l'area "ANALISI STATISTICA NUTRIENTI" in questo nuovo aggiornamento, è la presenza di un grafico a torta comprendente la percentuale su sostanza secca dei macronutrienti contenuti nella dieta. La linguetta arancione "Guarda grafico", se cliccata, permette di aprire una finestrella per la visione del grafico. È possibile far comparire lo stesso grafico nelle stampe delle diete formulate, attraverso la sezione profilo del proprio account, raggiungibile dall'icona in alto a destra . All'interno della pagina di gestione profilo è stata aggiunta la casella "Mostra il grafico a torta dei macronutrienti nelle stampe delle tue diete (funzione in anteprima di prova)". Trattandosi di una funzione resa disponibile in anteprima, automaticamente il grafico non è visibile nelle stampe degli utenti. Chi vorrà stampare diete con il grafico a torta dovrà spuntare tale casella.

Una terza novità che caratterizza la composizione delle diete casalinghe per cani e per gatti è l'aggiunta del campo "NOTE SOLO PER LO STAFF VETERINARIO (non compariranno nelle stampe)". Il testo inserito in questo campo, analogamente a quanto accade nella sezione visite, sarà visibile all'interno di MyVetDiet solo dallo staff veterinario e non comparirà mai nella stampa della dieta elaborata.

Infine, con questo nuovo aggiornamento è possibile allegare fino a 3 documenti (in formato immagine o pdf) ad ogni visita clinica. Questa funzione potrebbe essere particolarmente utile per quei pazienti di cui si dispone di analisi del sangue, o di altri referti, indispensabili per valutare lo stato di salute del paziente.

L'aggiornamento è retroattivo, per tanto, è possibile visionare la densità calorica, e il grafico a torta, nelle diete formulate prima della data di rilascio di questo nuovo upgrade del programma.

Ci sforziamo costantemente di migliorare MyVetDiet: trovi utile queste modifiche? Comunicacelo nei commenti!


Commenti all'articolo

Alessandra - 25 giugno 2020 alle 14:21

Grazie, aggiornamenti davvero utili!!!!!

Staff MyVetDiet - 25 giugno 2020 alle 14:31

Grazie mille a lei per il suo feedback, Dottoressa: per noi è molto importante sapere che quello che facciamo per migliorare MyVetDiet sia utile per i Veterinari che lo utilizzano.

Francesca - 4 settembre 2020 alle 22:01

Buonasera, potrei chiedere un aiuto? Dovrei formulare una dieta per gatto adulto, ipertiroideo... Cosa devo attenzionare maggiormente? Attendo consigli. Grazie mille

Staff Scientifico MyVetDiet - 5 settembre 2020 alle 10:52

Buongiorno Dott.ssa Francesca,
la scelta della dieta per un paziente ipertiroideo va personalizzata non solo in base alla presenza di questa patologia ma anche di eventuali sintomi ad essa correlati. Bisogna valutare se l'animale presenta sarcopenia, dimagrimento e/o insufficienza renale cronica e stadiarla.
In linea generale se l'animale presenta dimagrimento è necessario porre attenzione ad offrire una dieta ad elevata densità calorica anche per coprire un fabbisogno energetico giornaliero che risulterà più elevato per far tornare il gatto al suo peso ideale. A questo scopo può essere utile l'utilizzo di un quantitativo da moderato ad elevato di grassi, arrivando in alcuni casi anche a coprire il 40% del suo fabbisogno giornaliero con l'utilizzo di lipidi (sia omega 6 che omega 3).
Se presente sarcopenia, la dieta dovrebbe avere un contenuto proteico moderatamente elevato (circa 12 grammi di proteine ogni 100 grammi di energia metabolizzabile della dieta), prediligendo proteine ad elevato valore biologico ed elevata digeribilità. Tuttavia, la concentrazione di proteine all'interno della dieta dovrebbe essere ridotta se l'animale oltre all'ipertiroidismo presenta anche CKD. La scelta della quantità di proteine andrebbe valutata in base alla stadiazione IRIS dell'insufficienza renale. Nel caso in cui essa sia presente è fondamentale limitare la quantità di fosforo assunta dall'animale.
Utile è anche limitare il contenuto dei carboidrati presenti nella dieta, soprattutto nella specie felina.
L'altro nutriente da controllare è lo iodio. Esso andrebbe ridotto ai minimi solo se l'animale non è sotto terapia per l'ipertiroidismo e quindi se la dieta diventasse anche la "terapia".
Infine, bisogna considerare che la presenza di un ipertiroidismo porta ad uno status di ipercatabolismo con aumento della formazione di radicali liberi. Lo stato di stress ossidativo che ne consegue andrebbe "contrastato" con la somministrazione di antiossidanti (come per esempio la vitamina E).
Dell'ipertiroidismo ne parleremo in modo più approfondito in un articolo di questo blog tra qualche settimana ma, nel frattempo, ci auguriamo di esserle stati d'aiuto con questa breve risposta.

Francesca - 5 settembre 2020 alle 12:06

Grazie per l'esaustiva risposta! Comincio a lavorare su questa dieta del mio paziente in attesa della pubblicazione del blog inerente all'argomento. Grazie ancora

Staff Scientifico MyVetDiet - 5 settembre 2020 alle 16:25

Prego Dott.ssa, lieti di esserle stati d'aiuto.
Auspichiamo che quanto riportato in questo commento le permetta di improntare il corretto piano nutrizionale per il suo paziente.

Lascia un commento

Prima di lasciare il tuo commento, raccontaci qualcosa di te: sei un utente già registrato al sito?


Sono già registrato su MyVetDiet.it
Sono un nuovo utente e non sono ancora registrato su MyVetDiet.it




Autorizzo ai sensi del Regolamento (UE) n. 679/2016 il trattamento dei miei dati personali
Accetto le condizioni contrattuali di MyVetDiet




Tags

software alimentazione bilanciata canisoftware alimentazione bilanciata gattisoftware dieta casalinga mista canesoftware dieta casalinga mista gattosoftware dieta veterinariaSoftware MyVetDietProgramma MyVetDietprogramma per diete caneprogramma per diete gattoelaborazione dieta veterinariacome calcolare 3come calcolare 4dieta casalinga cane percentualidieta casalinga gatto percentualidieta casalinga per canedieta casalinga per canidieta casalinga per gattidieta casalinga per gattodieta per canidieta per gatti

In questo sito internet potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ